Come quello della nonna: il brodo vegetale veloce

di Alessia MendozziA tavola!1 Commento

Quella che segue è una storia semplice che parla di neve, bambini e brodo vegetale veloce. L’inverno è arrivato e ha portato con sé il freddo, il vento forte e naturalmente la neve. Gli adulti di solito odiano la neve, per via dei tanti disagi che crea, ma per i bambini è un momento magico di gioco, spensieratezza e incanto.

Quante volte da piccoli avete incollato il naso alla finestra ai primi fiocchi che cadevano dal cielo, sperando che si posassero tutti al suolo, trasformando lo scenario di color bianco? La neve per i bambini è l’unica cosa che non fa sentire il freddo, perché la felicità di poterci giocare annulla tutto.

Ma quante volte quei fiocchi illudevano soltanto? Pur essendo tanti, restavano lì nell’aria ad alimentare la speranza per poi franare al suolo e sciogliersi in meno di un secondo. E allora a scuola ci dovevi andare e il freddo ti dava solo fastidio perché non c’era nulla di divertente a compensarlo.

Quella delusione mista a frustrazione nel dover restare ore in classe, limitandosi a spiare il tempo fuori dalla finestra senza che portasse nulla di buono, credo sia indelebile per molti adulti di oggi. Si tornava a casa tristi e infreddoliti, con il magone addosso, sperando in qualche bella sorpresa…

L’altro giorno parlavo al telefono con una delle tante amiche che vive lontana dal Molise. Nella sua valigia, in mezzo ai vestiti, non sono mancate le delizie gastronomiche della nostra regione. Quando le ho chiesto cosa si fosse portata, mi ha fatto il classico elenco: caciocavallo, salsiccia, ventricina, scamorze… e brodo vegetale veloce. “Eh?”, le ho chiesto?. “Brodo vegetale veloce” ha ribadito. Non me l’aspettavo. Poi mi ha spiegato quale fosse e ho scoperto che è quello che si trova nel nostro shop. “Ma dai, non ci credo! Come mai hai deciso di portarti il brodo vegetale veloce?, “Perché mi ricorda quello che mi preparava mia nonna quando tornavo a scuola e faceva freddo. Mi ricorda lei, le sue coccole e l’odore che mi accoglieva quando entravo in casa. Mi rincuorava quando mi sentivo triste.”

E lì la mia amica si è lasciata andare a quei ricordi d’infanzia, all’attesa della neve, agli adulti che scongiuravano l’evento e a lei che sperava tanto che arrivasse presto, così la scuola sarebbe rimasta chiusa e le vacanze di Natale sarebbero durate un po’ di più. Perché poi alla fine per i bambini la neve è come il brodo della nonna: una cosa semplice che scalda il cuore.

Condividi questo articolo

Un commento su “Come quello della nonna: il brodo vegetale veloce”

  1. Meravigliosa storia…mi hai fatto rivivere la mia infanzia…quando la stufa a legna funzionava dalla mattina alla sera e l’acqua sempre in ebollizione…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.