Santuario dell’Addolorata

Architettura0 Commenti

Il Santuario di Maria Santissima Addolorata di Castelpetroso è interamente scolpito in pietra locale, lavorata a mano da abili scalpellini molisani tra cui i fratelli Mario, Giuffrida e Pasquale Chiocchio di Oratino e i fratelli Pasquini di Pietrasanta.

L’edificio, progettato dall’architetto Francesco Gualandi di Bologna, è in stile neogotico e raggiunge i 57 metri di altezza nel suo punto più alto. La prima pietra venne posata il 22 settembre 1890. La facciata esterna è la prima cosa che colpisce assieme alle due torri campanarie che la abbracciano, così come il concerto di campane realizzato dalla Pontificia Fonderia Marinelli di Agnone. Da segnalare anche l’organo a canne, la cupola centrale e i mosaici.

Nel 1947 è stato inaugurato un itinerario naturalistico chiamato Via Matris, un sentiero di 750 metri che si snoda lungo la montagna e che collega il Santuario con il luogo delle varie apparizioni, la prima della quale datata 22 marzo 1888. Nella Via Matris, l’intera vita della Vergine è articolata in sette ‘stazioni’, corrispondenti a sette episodi in cui la pietà del popolo cristiano ha individuato i sette ‘principali’ dolori della Madre del Signore. Nel 1973 papa Paolo VI proclama la Vergine patrona della regione Molise.

Testo: Angela Farro
Foto: Gino Petrangelo

Orari

Apertura Basilica
6:30-20:00 (orario estivo)
6:30-18:15 (orario invernale)

Sante Messe
feriali: 07:00,17:00
festivi: 08:30, 10:30, 12:00, 17:00, 18:30

Info utili
ComuneCastelpetroso
Indirizzovia Santuario - Castelpetroso
Telefono(+39) 0865 936110
Sito webwww.santuarioaddolorata.it
Emailinfo@santuarioaddolorata.it
Mappa
Contatta l'attività